Naviga il televideo in popup

Ultim'Ora

Lettera Salis:come bestia al guinzaglio

01/02/2024 08:30


8.30 Lettera di Ilaria Salis dal carcere di Budapest al suo avvocato sulla detenzione a cui è sottoposta, "costretta a indossare abiti sporchi,e puzzolenti, stivali con i tacchi a spillo che non erano della mia taglia. Cinque settimane senza il cambio lenzuola". "Per più di 6 mesi non ho potuto comunicare con la mia famiglia. Mi trovo in una cella minuscola e senza aria, tra gli scarafaggi.Trattata come una bestia al guinzaglio".Nel cibo "spesso si trovano carta, plastica, capelli o peli. Si trascorrono 23 ore su 24 in cella".

Torna indietro

Calcio \ Serie A

Le notizie dalle squadre



Spogliatoi, interviste e news dagli allenamenti