Televideo


Stampa

FERMATI. PENSACI UN MINUTO

 

Fermati. Pensaci un minuto è lo slogan della Campagna di comunicazione della Rai sui rischi legati alle dipendenze realizzata in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nove clip animate per sensibilizzare soprattutto i giovani informandoli sulle conseguenze derivanti dall’uso di sostanze, che si crede di conoscere e poter controllare, estremamente rischiose e dall’effetto imprevedibile.  Un minuto di riflessione, quello della durata dei singoli filmati, sulle sostanze che possono creare dipendenza, stati confusionali, perdita di controllo, come l’eroina, la cocaina, la cannabis ma anche il tabacco, l’alcool e tutti prodotti sintetici e allucinogeni.

 

I video sono pubblicati su RaiPlay dal 10 giugno con tre appuntamenti settimanali

 

 

COCAINA  (vedi il video)

È facile dire COCAINA, ma la conosci davvero?

Pensaci un minuto!


La COCAINA è una sostanza fortemente stimolante. Viene estratta dalle foglie di una pianta tipica del Sudamerica, l’Erythroxylon Coca, e trasformata in una polvere bianca chiamata Cocaina Cloridrato.

 

Trattando chimicamente la cocaina si ottiene il Crack, che si presenta sotto forma di cristallo.

 

La cocaina viene assunta principalmente attraverso il naso, ovvero sniffando, oppure più pericolosamente per endovena mentre il crack, dopo essere stato scaldato, viene fumato.

 

Inizialmente la cocaina dà euforia, iperattività ma anche maggiore aggressività. Alla fase di eccitazione segue una fase di down, con depressione e calo dell’attenzione.

 

La cocaina è una delle sostanze che danno più dipendenza psicologica e fisica. Provoca la morte delle cellule del setto nasale e la perforazione del palato fino a deformare il viso. Altera la forma e le funzioni di cervello e polmoni e provoca danni cardiaci.

 

Studi scientifici mettono in evidenza il legame tra l’uso di cocaina e la morte improvvisa.

 

Ci sono scelte che possono cambiarti la vita. Fermati. Pensaci un minuto.

 

 

TABACCO (vedi il video)

È facile dire TABACCO, ma la conosci davvero?

Pensaci un minuto!

 

Il TABACCO si ottiene dalle foglie essiccate di una pianta chiamata Nicotiana Tabacum che contiene diverse sostanze nocive per l’uomo: Nicotina, stimolante ad attività insetticida in grado di instaurare dipendenza; Arsenico, un vero e proprio veleno; Polonio, un elemento radioattivo.

 

Il modo più diffuso per assumere tabacco è fumarlo. 

 

La nicotina provoca il rilascio di dopamina e serotonina che danno un senso di benessere e gratificazione.

 

Ma poi arrivano i danni!

 

Nel tempo aggredisce e demolisce il sistema cardiovascolare, raggrinzisce la pelle, rovina denti e gengive.

 

Il fumo danneggia l’apparato respiratorio e negli adolescenti compromette il pieno sviluppo dei polmoni.

 

Causa danni alla sfera sessuale, aumenta il rischio di tumore, in particolare ai polmoni, e la predisposizione a ictus e infarti.

 

Ci sono scelte che possono cambiarti la vita. Fermati. Pensaci un minuto

 

 

EROINA (vedi il video)

È facile dire EROINA, ma la conosci davvero?

Pensaci un minuto!

 

L’EROINA è una droga che si ottiene dalla morfina, una sostanza ricavata dal papaver somniferum, una pianta usata sin dall’antichità come sonnifero e sedativo.

 

A seconda della provenienza, l’eroina si presenta sotto forma di polvere bianca o marrone.

 

L’eroina può essere iniettata ma sempre più spesso viene fumata o inalata.

 

All’inizio dà euforia, sensazione di benessere, piacere.

 

C’è chi lo chiama flash, c’è chi lo chiama rush, ma finisce sempre male.

 

L’eroina genera dipendenza fisica e psichica in pochissimo tempo. Gli effetti scompaiono presto e si ricerca compulsivamente una nuova dose per provare le stesse sensazioni. Le crisi di astinenza arrivano in poche ore con vomito, convulsioni, insonnia e ansia.

 

L’eroina porta alla depressione del sistema immunitario, con rischio di epatite C e AIDS, e provoca danni a fegato, intestino, reni.

 

L’uso di eroina può causare crisi respiratorie anche mortali. 

 

Ci sono scelte che possono cambiarti la vita. Fermati. Pensaci un minuto.

 

 

MDMA (vedi il video)

È facile dire MDMA, ma la conosci davvero?

Pensaci un minuto!

 

L’MDMA è una droga sintetica derivata dalle amfetamine.  È chiamata anche ecstasy ma può prendere diversi nomi. 

 

Si presenta in varie forme: polvere da sniffare inalare o iniettare, cristalli da sciogliere in acqua, compresse da assumere per bocca.

 

Può portare a un senso di esaltazione e al superamento delle inibizioni dando l’illusione di un miglior rapporto con gli altri.

 

È impossibile sapere cosa c’è realmente dentro una pasticca.

 

Gli effetti negativi possono comparire già dalla prima assunzione. 

 

L’MDMA può causare allucinazioni, confusione e delirio, provocando seri danni a vari organi: cervello, fegato, cuore, polmoni, muscoli.

 

Spesso viene consumata in discoteche e rave party dove le temperature elevate e la disidratazione ne peggiorano gli effetti. Si rischia l’ipertermia maligna, un pericoloso aumento della temperatura corporea che può portare alla morte.

 

Sono numerosi i casi di epatite fulminante che hanno provocato decessi tra ragazzi anche alla prima dose.

 

Ci sono scelte che possono cambiarti la vita. Fermati. Pensaci un minuto.    


 

ALCOL (vedi il video)   

 

L'alcol etilico, o più semplicemente etanolo, deriva dalla fermentazione degli zuccheri della frutta, degli amidi dei cereali e dei tuberi. 

 

L'alcol può dare dipendenze. 


Per legge le bevande alcoliche possono essere vendute solo a chi ha più di 18 anni.


L'alcol riduce le inibizioni e chi beve crede di sentirsi più sicuro di sé ma è solo un'illusione. Il sistema nervoso centrale si deprime, bicchiere dopo bicchiere arrivano riflessi rallentati, perdita di controllo, stato confusionale. Con l'abuso di alcol ci si può mettere nei guai perché compromette seriamente la capacità di guidare qualsiasi mezzo, rende più aggressivi e al tempo stesso più vulnerabili.

 

Bere durante l'adolescenza può compromettere soprattutto lo sviluppo del cervello ma l'alcol aggredisce tutto il corpo.


I casi di intossicazione acuta e di coma etilico sono numerosi anche tra i giovanissimi.


I danni sono spesso letali. 


Ci sono scelte che possono cambiarti la vita. Fermati. Pensaci un minuto.