Naviga il televideo in popup

Dall'Italia

CUCCHI,PERITI: DIGIUNO PEGGIORO' CONDIZIONI

09/03/2019 06:20


L'ultima perizia, depositata ieri nel terzo processo d'Appello sul caso Cucchi, conclude che il 30enne romano morì per morte cardiaca su base aritmica. I medici,cui la Corte d'Assise d'Appello ha affidato l'ennesimo accertamento, sottolineano che già prima del suo ricovero all'Ospedale Pertini, dopo l'arresto per droga, Cucchi era malnutrito e, il protrarsi del digiuno peggiorò le sue condizioni fino alla morte. "Sia la bradicardia sia l'ipoglicemia erano potenzialmente reversibili",dicono i periti. Tuttavia, "non è possibile valutare le probabilità di salvezza legate a una diversa 'cura'".

Torna indietro

Calcio \ Serie A

Le notizie dalle squadre



Spogliatoi, interviste e news dagli allenamenti